Karkadè

Il Karkadè è una bevanda molto diffusa. E’ derivata dall’infuso dei fiori essiccati dell’Hibiscus, una pianta tropicale della famiglia delle malvacee. L’Hibiscus, originaria dell’Africa orientale, è una pianta ornamentale molto diffusa anche nel nostro paese. Può raggiungere anche i 2-3 metri di altezza, ha foglie verdi ovali e grandi fiori a forma di campana nelle tonalità più disparate che da primavera fino a fine autunno ricoprono la pianta. Attualmente le maggiori coltivazioni della pianta si trovano in Africa, nei Caraibi, in America tropicale ed in India.

Il karkadè, chiamato anche Tè Rosa dell’Abissinia, è una bevanda dal sapore acidulo rinfrescante e dissetante. Presenta un colore leggermente rosso, che non contiene caffeina. Può tranquillamente sostituire il tè ed il caffè, ed ha proprietà digestive.

Si usa come decotto, è una bevanda antiinfiammatoria, lenitiva,vitaminica (ha moltissima vitamina C, circa il doppio rispetto una aranciata) e leggermente lassativa.  Per uso esterno, ha una azione lenitiva per le pelli infiammate.

Il suo consumo è particolarmente forte in Egitto, dove viene consumato sia caldo che freddo, per le forti capacità astringenti che aiutano a combattere la disidratazione e la sete.

Clicca qui per leggere come fare un Impacco per Capelli!

Precedente Bloody Mary Successivo Il Pepe